“Una rapida rimozione degli anticorpi è importante nei pazienti ad elevato rischio di perdita di funzionalità degli organi, a causa di un titolo anticorpale elevato e grave sintomatologia, correlata a disordini immunologici.”

Reumatologia
Le vasculiti ANCA-associate (AAV) sono vasculiti dei piccoli vasi, caratterizzate da positività per gli anticorpi patogenetici ANCA (anticorpi contro citoplasma neutrofili). Sono caratterizzate da sintomi cronici e recidivanti di gravità variabile e comprendono sostanzialmente la granulomatosi con poliangite (granulomatosi di Wegener) e la poliangite microscopica. La principale conseguenza delle vasculiti è la perdita di integrità vascolare, che arriva fino all’interruzione del flusso sanguigno e quindi al danneggiamento dei tessuti da questi irrorati. Gli organi più frequentemente coinvolti sono i reni, le vie respiratorie superiori e i polmoni, ma anche il sistema nervoso, la cute, il sistema muscolo-scheletrico, il cuore, l’occhio e l’intestino.
I trattamenti includono la somministrazione di corticosteroidi, anticorpi monoclonali, plasmaferesi, sino ad arrivare allo stadio finale rappresentato dal trapianto di rene.

  • Molecole da eliminare
    ANCA (anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili), prevalentemente IgG

  • Terapie Indicate:
    PEX, DFPP, Cascade Filtration

L’artrite reumatoide è una malattia cronica sistemica autoimmune che coinvolge principalmente le articolazioni, la cui fisiopatologia è mediata da citochine, chemochine e metalloproteasi e colpisce circa l’1% della popolazione. Benché l’artrite reumatoide implichi reazioni autoimmuni, la causa precisa è sconosciuta. Si caratterizza per un’infiammazione simmetrica delle articolazioni periferiche, con conseguente progressiva distruzione delle strutture articolari, in genere accompagnata da sintomi sistemici. Il trattamento prevede la somministrazione di farmaci antireumatici, in grado controllare i sintomi e rallentare la progressione della malattia, plasmaferesi e, a volte, interventi chirurgici.

Il lupus eritematoso sistemico (LES) è una patologia infiammatoria cronica multisistemica di natura autoimmune, che insorge prevalentemente in donne giovani. Il lupus eritematoso sistemico è probabilmente scatenato da fattori ambientali ancora sconosciuti, che innescano reazioni autoimmuni in soggetti geneticamente predisposti. Manifestazioni comuni possono includere artralgie e artrite, fenomeno di Raynaud, rash malare e altre eruzioni cutanee, pleurite o pericardite, coinvolgimento renale o del sistema nervoso centrale, e citopenie ematologiche. Il trattamento della malattia grave, in fase attiva, richiede l’utilizzo dei corticosteroidi, immunosoppressori e plasmaferesi.

Vai al sistema Plasmapher/Apherlungs